Tutti i vincitori della Finale Nazionale e dei Trofei

41°Rally Città di Modena Finale Nazionale Aci Sport Rally Cup Italia

Tutti i vincitori delle classi e dei sette trofei monomarca presenti a Maranello

Vincitore Assoluto:             Elwis-Chentre-Fulvio Florean Škoda Fabia Evo R5        (1°zona)

10.000 € + licenza x2 + iscrizione gare nel 2022

Coppa Under 25:                  Marco Pollara-Daniele Mangiarotti Škoda Fabia Evo R5        (2°)

20.000 € (da spendere nel Cir Junior) + licenza x2

Coppa Under 25 2RM:         Davide Gianaroli-Ivan Garuti Ford Fiesta R2B               (5°)

20.000 € (da spendere nel Cir Junior) – licenza x2 NELLA FOTO

Femminile:                            Sara Micheletti-Fabrizia Pons Škoda Fabia R5 Evo           (1°)

Coppa Over 55:                    Claudio De Cecco-Jean Campeis Hyundai i20 R5              (4°)

Delegazione Regionale:     Emilia Romagna (Medici-Dalmazzini-Vellani)

Scuderia:                              …

Preparatore:                         …

CLASSI

Titolo vincitore di Classe 2.000 € cadauno + licenza x2

Classe A0:             Beggi/Alicervi - Fiat Seicento                             (5°)

Classe A5:             Buglisi/Buglisi - Rover MG Zr                            (6°)

Classe A6:             Bracchi/Doglio - Peugeot 106                             (2°)

Classe A7:             Mariani/Picchetti - Renault Clio                        (6°)

Classe A8:             Gilli/Franchi - Ford Sierra                                  (5°)

Classe K10:           Lomonaco/Gulmini - Citroën C2                       (1°)

Classe N0:             Ferrarini/Meconi - Fiat Seicento                       (6°)

Classe N1:             Bert/Rotundo - Rover Mg Zr                               (1°)

Classe N2:             Gelfusa/Pelagatti - Peugeot 106                         (7°)

Classe N3:             Liguori/Navarra - Renault Clio                           (7°)

Classe N4:            Agostinetto/Stefan - Mitsubishi Lanc.                (4°)

Classe N5 N:        Gorrieri/Palladini - VW Polo                                (4°)

Classe R1:             Nicelli/Pieri - Renault Clio                                    (3°)

Classe R1A:           “Cerutti Gino"/Argentin- Renault Twingo        (2°)

Classe R1A N:      Argentin/Dondarini - Renault Twingo               (2°)

R1B:                         Chiaudero/Minio - Suzuki Swift                          (9°)

Classe R1B N:      Galli-Galli/Suzuki - Swift (Femminile)                (6°)

Classe R1C N:      Bonardi/Scano - Renault Clio                               (2°)

Classe R1T 4x4:  Ciardi/Tondini - Toyota Yaris                               (6°)

Classe R2B:          Pisani/Vecoli - Peugeot 208                                   (6°)

Classe R2C:           Santero/Pelgantini - Peugeot 208                        (1°)

Classe R3C:           Cambiaghi/Guglielminetti - Renault Clio           (2°)

Classe R3D:          Laudicina/Pinna - Fiat Punto                                 (6°)

Classe R3T:           Galeazzi/Pellegrini - Renault Clio                         (5°)

Classe R4:              Santoro/Taglienti - Mitsubishi Lancer                 (7°)

Classe R5:              Chentre/Florean - Škoda Fabia                             (1°)

Classe RA5H:        Iani/Puliani - Suzuki Swift                                      (1°)

Classe RA5N:        Pelosi/Grossi - Suzuki Swift                                   (2°)

Classe RGT:           Sassi/Mazzini - Porsche 997                                   (2°)

Classe RS 1.15:      Piagentini/Pardini - Fiat Seicento                         (6°)

Classe RS 1.4:        Marai/Treccani - Fiat Panda                                   (2°)

Classe RS 1.4 Plus: Schenetti/Rebottini – Rover MG Z                     (3°)

Classe RS 1.6:        Canepa/Lecca - Citroën C2                                     (2°)

Classe RS 1.6 Plus: Capuzzo/De Paoli - Opel Adam                           (3°)

Classe RS 2.0:        Castro/Corallo - Renault Clio                                 (8°)

Classe RS 2.0 Plus: Monteleone/Monteleono Renault Clio              (8°)

Classe RSD 1.5:     Muzio/Rotondaro - Mitsubishi Colt                       (2°)

Classe RSD 2.0:    "King Dragon"/Acquaro - A.Romeo 147                (7°)

Classe RSD 2.0 Pl: Valdarchi/Aricò - Seat Ibiza                                  (9°)

Classe RSTB 1.4 Pl: Salviotti/Ghisoni - Fiat Punto                             (5°)

Classe RSTB 1.6 Pl: Rustichelli/Garbero - Peugeot 208                    (1°)

Classe RSTB 1.0:    Vallino/Vitali - Suzuki Swift                                   (1°)

Classe RSTB 1.4:    Febbroni/Barabaschi - Fiat Punto                        (5°)

Classe RSTB 1.6:     Vona/Ghislini - Mini Cooper                                (2°)

Classe Super 1600: Vescovi/Guzzi - Renault Clio                               (5°)

Classe Super 2000: Lombardo/Spanò - Peugeot 207                        (8°)

 

TROFEI

GR Yaris Rally Cup:               Angelo Pucci Grossi/Francesco Cardinali - Toyota Yaris GR (T)

Michelin Zone Rally Cup:   Dalmazzini/Albertini - Hyundai i20N R5           (1°)

Open N5:                                  Angeli/Brugiati - Citroën DS                                  (T)

Peugeot Competition:          Lombardo/Spanò - Peugeot 207                          (8°)

Pirelli Accademia:                 Chentre/Florean - Škoda Fabia R5                       (1°)

R-Italian Trophy 1:                Chentre/Florean - Škoda Fabia R5                       (1°)

R-Italian Trophy 2:                Cambiaghi/Guglielminetti - Renault Clio            (2°)

Suzuki Rally Cup:                  Igor Iani/Nicola Puliani - Suzuki Swift Hybr         (1°)

Classifiche ufficiose in fase di approvazione finale.

 

Elwis Chentre e Fulvio Florean (Škoda Fabia) sono i vincitori della Finale Aci Sport Rally Cup Italia 2021 a Modena

La lunga stagione della Coppa Rally di Zona, con le sue 44 gare disputate lungo tutta la Penisola, ha avuto il suo epilogo nel 41° Rally Coppa Città di Modena. Vittoria per l’equipaggio aostano/ligure Chentre-Florean davanti alla coppia degli emiliani Medici-Fenoli e Dalmazzini-Albertini. Ma sono tanti a festeggiare i titoli e i ricchi premi distribuiti da Aci Sport e dai costruttori, impegnati in un’annata memorabile per i rally nazionali

Modena 31 ottobre 2021Il 46enne valdostano Elwis Centre in coppia con il ligure Fulvio Florean, sono i vincitori della terza edizione della Finale Aci Sport Rally Cup, grazie alla vittoria nel 41° Rally Città di Modena. Alle spalle della vincente Škoda Fabia R5 (Pirelli) del team D’Ambra hanno chiuso due piloti emiliani: Daniele Medici con Manuel Fenoli su Volskwagen Polo R5 (Erreffe) a 33”8 e Andrea Dalmazzini con Andrea Albertini, al volante della nuova Hyundai i20 N Rally2 (GB Motors Racing) terzi a 40”6.

Breve cronaca- Per tutta la prima parte il rally ha vissuto un testa a testa tra quattro/cinque pretendenti alla vittoria finale con distacchi molto contenuti. Poi le difficoltà del rally modenese, assieme a un clima tipicamente autunnale con qualche goccia di pioggia e foschia a tratti, ha iniziato a fare la selezione. Sulla terza prova, Barighelli2, è uscito di scena il primo leader della corsa Corrado Pinzano (Polo) vincitore della finale del 2019 e nella successiva prova Pellegrinetto, stessa sorte per una altro piemontese, Davide Caffoni (Fabia). A quel punto Chentre-Florean hanno preso il comando ma con solo 1”9 sui siciliani Profeta-Raccuia (Fabia) con Medici-Fenoli (Polo) terzi a 3”3. Dopo il riordino di Serramazzoni mancavano ancora tre prove speciali, oltre 30 km.

Sulla quinta prova arriva la vittoria parziale di Pollara-Mangiarotti (Fabia), quinto equipaggio diverso a vincere un tratto cronometrato, ma il colpo di scena si materializza nella terza ripetizione di Barigelli. Nel tentativo di attaccare il primo posto di Chentre, esce di strada Alessio Profeta (Fabia), il migliore tra i giovani Under 25, che perde parecchi secondi è poi decide di ritirarsi. A quel punto la classifica vede il futuro vincitore allungare con sufficiente tranquillità e la conferma arriva qualche minuto dopo, quando la Direzione di Gara decide di annullare l’ultima prova speciale perché la nebbia ha reso troppo rischioso percorrere gli ultimi km di gara.

Gli altri protagonisti- Nel lungo elenco degli equipaggi premiati, ricordiamo che avevano passato le verifiche ben 238 vetture suddivise tra gruppi, classi e trofei monomarca, è doveroso sottolineare alcuni risultati di prestigio. In attesa dell’ufficializzazione di tutti i vincitori (di cui faremo seguito con un successivo comunicato), iniziamo a festeggiare i seguenti protagonisti. Nella classifica riservata ai piloti Under 25 vittoria per Marco Pollara e Davide Mangiarotti, sesti assoluti con la Fabia, mentre sempre tra gli Under 25, ma al volante delle vetture a trazione anteriore, ha spiccato la prestazione di Davide Gianaroli e Ivan Garuti con una Ford Fiesta R2B. Passando agli Over 55 è arrivata un’altra riconferma dai friulani Claudio De Cecco e Jean Campeis (i20), mentre tra gli equipaggi femminili hanno avuto la meglio Sara Micheletti con l’esperta Fabrizia Pons anche loro con una delle tante Škoda Fabia al via.

Gli altri premiati – Il trofeo GR Yaris Rally Cup ha visto salire sul gradino più alto del podio un giovane volto del motorsport Angelo Pucci Grossi, 23 anni erede del grande campione su terra, in coppia con Francesco Cardinali. Suzuki ha visto invece svettare nel suo monomarca Igor Iani e Nicola Puliani con la Swift Hybrid. Peugeot Sport ha risposto con Lombardo-Spano protagonisti in Super 2000 e 12esimi assoluti con la 207, mentre tra le 208 R2C del trofeo del Leone hanno festeggiato Santero-Pelgantini.

I monomarca dei due principali gommisti che sono stati impegnati nella lunga stagione della Coppa Rally di Zona, Pirelli Accademia e Michelin Cup, premiano due dei tre piloti saliti sul podio, Chentre per Pirelli e Dalmazzini per MIchelin

Ultima segnalazione, per ora, ma decisamente importante e la classifica finale che ha premiato la migliore delegazione di piloti regionali. Alla sfida si sono iscritte 10 regioni e a vincere di misura è stata l’Emilia-Romagna con Medici-Dalmazzini-Fenoli, davanti alla Sicilia di Pollara-Lombardo-Mangiarotti e alla Toscana di Gasperetti-Pisani-Ciardi.

Andrea Nicoli

Ufficio Stampa 41° Rally Città di Modena

 

 

A meta del Rally Città di Modena la classifica è apertissima

Nelle prime quattro prove speciali quattro vincitori diversi. Al comando i giovani Profeta-Raccuia con 1”9 di vantaggio su Chentre-Florean in un appassionante duello Sicilia-Val d’Aosta a conferma di una sfida decisamente nazionale

Maranello, 31 ottobre - Prima del riordino di metà giornata il 41° Rally Città di Modena vive nell’incertezza di una sfida che non ha ancora trovato il suo dominatore.

Dopo la vittoria di Pinzano-Zegna (Polo) nel primo passaggio sulla PS di Barighelli sabato sera, domenica mattina sono partiti decisi Medici-Fenoli (Polo) che vincono il passaggio sulla prova di Ospitaletto, resa ancora più insidiosa dall’umido e da una leggera foschia autunnale. Nella ripetizione di Barighelli arriva il miglior tempo di Caffoni-Minazzi (Škoda) ma si registra il primo ritiro illustre: Corrado Pinzano commette un piccolo errore, tocca con il posteriore, e deve alzare bandiera bianca. Si passa poi a San Pellegrinetto e arriva la prima firma di Chentre-Florean (Škoda) ma anche un altro ritiro illustre, quello di Caffoni fermo per un'uscita di strada con la Škoda.

Questi continui colpi di scena stanno premiando i regolari Alessio Profeta e Sergio Raccuia. Il giovane equipaggio siciliano, che ricordiamo è un Under 25, al volante della Škoda Fabia (Trico-Pirelli), si presenta al riordino di Serramazzoni al comando della Finale Nazionale Aci Sport Rally Cup Italia con solo 1”9 sul valdostano Elwis Chente in coppia con Fulvio Florean, anche loro su Škoda Fabia. Terzo a 3”3 il reggiano Davide Medici con Manuel Fenoli (Polo).  Leggermente più staccati al quarto posto, Bravi-Spangaro con la i20 inseguono a 10”6 e più staccati Spataro-Brovelli (Škoda) a 28”4.

Primo dei piloti modenesi è sempre Andrea Dalmazzini con Andrea Albertini con la Hyundai i20 N che occupa il sesto posto a 31” dalla testa del rally.

Classifica assoluta (primi 6 equipaggi) dopo la PS 4

1° A. Profeta-S. Raccuia               Škoda Fabia R5                  27’43”7

2° E. Chentre-F. Florean               Škoda Fabia R5                  a 1”9

3° D. Medici-M. Fenoli                   Volkswagen Polo R5         a 3”3

4° F. Bravi-T. Spangaro                Hyundai i20 R5                   a 10”6

5° A. Spataro-E. Brovelli               Škoda Fabia R5                  a 28”4

6° A. Dalmazzini-A. Albertini       Hyundai i20N R5                a 31”0

Nella foto M.Bettiol: Alessio Profeta-Sergio Raccuia (Škoda Fabia) leader a metà gara

 

Andrea Nicoli

Ufficio Stampa 41° Rally Città di Modena

 

Rally Città di Modena primo allungo di Pinzano-Zegna VW Polo R5

Rally Città di Modena primo allungo di Pinzano-Zegna VW Polo R5

Modena 30 ottobre 2021Un breve flash dal lungo e intenso weekend del 41° Rally Città di Modena.

Ha preso il via in un soleggiato sabato pomeriggio alle 16:00 la prima giornata della Finale Nazionale Aci Sport Rally Cup Italia 2021, in programma il primo dei tre passaggi sulla prova speciale di Barighelli, 10,57 km che hanno iniziato a definire le ambizioni dei protagonisti.

Miglior tempo per Corrado Pinzano-Marco Zegna con la Volkswagen Polo R5 della PA Racing gommata Pirelli. Il biellese, già vincitore della finale del 2019, ha fatto segnare 6’58”4, lasciando alle sue spalle l’altra Polo della Erreffe di Davide Medici in coppia con Manuel Fenoli staccato di 2”1. L’emiliano ha subito trovato il ritmo confermando il miglior tempo fatto segnare in mattinata nello shakedown di Levizzano Rangone. Terzo a soli 2 decimi Filippo Bravi e Thomas Mangaro con la Hyundai i20 del team Friulmotor, arrivati a Modena come vincitori della quarta zona (Friuli-Venezia Giulia, Belluno e Venezia).

Fuori dal momentaneo podio troviamo tre Škoda Fabia in meno di 1 secondo, nell’ordine: i siciliani Alessio Profeta-Sergio Raccuia a 2”7 dal primo e miglior equipaggio Under 25, gli emiliani Roberto Vellani-Luca Amadori a 3”2 e il valdostano Elwis Chentre con Fulvio Folrean a 3”6. La top ten del primo giorno si completa con i siciliani Marco Pollara-Daniele Mangiarotti (Škoda) e Andrea Dalmazzini-Andrea Albertini al debutto assoluto con la nuova Hyundai i20 N Rally2. Dalmazzini è anche il primo dei piloti modenesi in classifica, qualificato alla finale come vincitore della quinta zona. Alle sue spalle, nono assoluto, il vincitore della terza zona (Liguria-Lombardia) Andrea Spataro e Edoardo Brovelli con la Škoda a 6”7.  Più staccato il decimo, l’ossolano Davide Caffoni con Massimo Minazzi a 10”6 con l’ennesima Škoda.

Ricordiamo che il rally prosegue domenica 31 ottobre con partenza alle ore 07:31, dal riordino notturno antistante al Museo Ferrari, per affrontare le restanti 6 prove speciali, tre da ripetere due volte, per un totale di 66 km, con arrivo previsto sempre a Maranello alle ore 17:16

Classifica assoluta (primi 10 equipaggi) dopo la PS 1

1° C. Pinzano-M. Zegna         Volkswagen Polo R5  6'58.4

2° D. Medici-M. Fenoli          Volkswagen Polo R5  a 2”1

3° F. Bravi-T. Spangaro         Hyundai i20 R5           a 2”3

4° A. Profeta-S. Raccuia        Škoda Fabia R5          a 2”7

5° R. Vellani-L. Amadori        Škoda Fabia R5          a 3”2

6° E. Chentre-F. Florean        Škoda Fabia R5          a 3”6

7° M. Pollara-D. MangiarottiŠkoda Fabia R5          a 4”3

8° A. Dalmazzini-A. AlbertiniHyundai i20N R5        a 4”8

9° A. Spataro-E. Brovelli        Škoda Fabia R5          a 6”7

10° D. Caffoni-M. Minazzi     Skoda Fabia R5          a 10”6

foto (M.Bettiol):

Corrado Pinzano-Marco Zegna Volkswagen Polo R5

Info e link per l’accesso alle dirette TV:

Andrea Nicoli

Ufficio Stampa 41° Rally Città di Modena

Vigilia della Finale Nazionale ACI Sport Rally Cup Italia. Predisposta una completa copertura televisiva per gli appassionati limitati dalla gara a porte chiuse

Maranello (Mo) 27 ottobre – È tutto pronto per ospitare il ricco elenco dei protagonisti che saranno presenti sabato 30 e domenica 31 ottobre al 41° Rally Città di Modena.

Si preannuncia dunque una combattuta finalissima che chiude la ricca stagione delle 44 gare della Coppa Rally di Zona. Attesi al via da Maranello i vincitori delle nove zone in cui è stata divisa la Penisola, che si sfideranno lungo le 7 prove speciali previste, per un totale di 76,55 km cronometrati, attorno sulle strade delle colline limitrofe.

Tante sfide nazionali – Dalla corsa uscirà il migliore per ciascuna delle 47 classi in gara e le categorie Assoluta, Under 25, Due Ruote Motrici, Over55, Femminile, Scuderie, Squadra Delegazione Regionale e miglior Preparatore/Noleggiatore. Affiancati i partecipanti al penultimo round della GR Yaris Rally Cup e la chiusura della Suzuki Rally Cup. Oltre a N5, Peugeot e R Italian Trophy. Sfide decisive anche per i trofei ideati appositamente dai produttori di penumatici all’interno della CRZ: il Trofeo Pirelli Accademia e la Michelin Zone Rally Cup. La Federazione assieme alle Case impegnate nei trofei e a Sparco, partner del rally, hanno messo a disposizione un ricco montepremi per tutti loro.

Copertura televisiva completa- Per l’occasione l’Automobile Club di Modena e Aci Sport, assieme al fondamentale supporto di Aci Sport TV, ha preparato un palinsesto ricco di appuntamenti in diretta, per soddisfare la voglia di rally degli appassionati che saranno limitati nel seguire la corsa, essendo un rally a porte chiuse (*).

Le immagini permetteranno di assistere ad ogni momento della gara: dallo shakedown, alla partenza, dalle prove speciali alla premiazione finale. Sono previsti infatti collegamenti sin dalla prova di rifinitura degli assetti di sabato mattina e dalla partenza del sabato pomeriggio alle 16:00 fino all’arrivo della domenica sempre attorno alle 16:00. Ma soprattutto verranno seguiti i tre passaggi della prova “Barighelli” con una diretta costante grazie alla presenza di numerose telecamere sul percorso. In più la prova speciale “Ospitaletto”, ripresa dalle telecamere Aci Sport, oltre ai due passaggi su “San Pellegrinetto” a cura di Rally Dreamer TV. Tutto visibile sul canale satellitare 228 di Sky e sul Web anche da mobile dal sito www.acisport.it, sul social dalle pagine Facebook ufficiali di Aci Sport, Rally Città di Modena, Aci Modena, Rally Dreamer e linkata sul sito ufficiale del rally.

Inoltre sono previsti collegamenti e servizi sulla televisione modenese TVB Studio 85 e nel dopo gara sempre su Aci Sport TV, MS-Sport, Sportitalia e un network di televisioni locali.

 

PROGRAMMAZIONE DIRETTE
Sabato 30 ottobre      
Diretta Start* Stop Tema Postazione Durata
1 07.55 08.30 Shakedown - Levizzano Rang. Start shakedown 35'
2 15.45 16.31 Maranello - P.zza Libertà Partenza 45'
3 16.45 19.05 PS1 Barighelli 1 Tratto di Prova 2h20'
4 20.05 20.35 Maranello - Museo Ferrari Ingresso Riordino 30'
Domenica 31 ottobre  
Diretta Start* Stop Tema Postazione Durata
5 08.34 09.05 PS2 Ospitaletto 1 1 Fine PS 30'
6 09.30 10.00 PS3 Barighelli 2 (1°parte) Tratto di prova 60'
7 09.57 10.57 PS4 San Pellegrinetto 1 Tratto di prova 60'
8 10.50 12.00 PS3 Barighelli 2 (2°parte) Tratto di prova 1h10'
9 12.50 13.30 PS3 Barighelli 2 (3°parte) Tratto di prova 40'
10 15.42 16.05 PS6 Barighelli 3 Tratto di prova 1h22'
11 16.09 17.09 PS7 San Pellegrinetto 2 Tratto di prova 60'
12 17.05 17.45 Arrivo Maranello P.zza Libertà Arrivo 40'
(*) Orario in funzione del rally

 

Info e link per l’accesso:

 

(*) Ricordiamo che anche il Rally Città di Modena, come le precedenti gare nazionali, non prevede la presenza di pubblico lungo le prove speciali, per ordinanza prefettizia a seguito dei noti protocolli sanitari Covid-19.

Andrea Nicoli

Ufficio Stampa Rally Città di Modena

Pubblicato l’elenco iscritti: ecco i nomi dei 242 equipaggi al via

Confermato l’elenco iscritti del 41° Rally Città di Modena. Ecco i nomi dei 242 equipaggi pronti a giocarsi la Finale Nazionale Aci Sport Rally Cup Italia 2021 e ben sette trofei monomarca

Modena 25 ottobre 2021L’importante numero di equipaggi iscritti al 41° Rally Città di Modena, ha richiesto un accurato controllo da parte dell’organizzazione e solo in queste ore è stato possibile rendere noti i nomi dei protagonisti che vedremo in gara nel week end del 30-31 ottobre.

In attesa di godere del grande spettacolo sportivo, che questo tipo di competizioni riescono a regalare, lasciamo spazio a loro: 484 conduttori tra piloti e navigatori, 242 auto di tutte le categorie, circa 100 motorhome al parco assistenza di Ubersetto. Inoltre sono attesi a Maranello oltre 3500 addetti ai lavori tra direttori sportivi, ingegneri, meccanici e addetti alle gomme.

Senza dimenticare tutto il gruppo di lavoro di Aci Modena e della Scuderia Automobilistica San Michele, le istituzioni locali, i Comuni, le forze dell’ordine e i volontari che assieme ad Aci Sport stanno collaborando da mesi su questo questo entusiasmante progetto, cresciuto di settimana in settimana.

A breve verrà comunicata nel dettaglio anche l’ampia copertura media della manifestazione tra stampa, Web, social e TV che coprirà l’intero fine settimana dell’ultimo week end di ottobre visto che la manifestazione è a "porte chiuse”.

Tutte le informazioni aggiornate in tempo reale sono facilmente consultabili:

Sito del rally:              https://rallycittadimodena.it

Sito Federazione:     https://www.acisport.it

Pagine Social:            https://www.facebook.com/rallycittadimodena

https://www.instagram.com/rallycittadimodena

https://www.facebook.com/acisportofficial

https://www.facebook.com/rallydreamer

https://www.facebook.com/ACI-Modena-164685554330869

 

Nella foto Nucita-Nucita (Hyundai 20 R5) vincitori della Finale 2020

Andrea Nicoli

Ufficio Stampa 41° Rally Città di Modena

aprnicoli@gmail.com

+39/335-8014981

Rally Città di Modena una grandissima finale nella Terra dei Motori

Modena 23 ottobre 2021- Le premesse per una grande sfida motoristica nazionale ci sono tutte: qualità, quantità e un grande impegno da parte di tutte le persone del territorio coinvolte nell’evento.

Mancano pochi giorni al week end del 30-31 ottobre, quando prenderà il via da Maranello il 41° Rally Città di Modena, la Finale Nazionale Aci Sport Rally Cup Italia 2021.

Come era facile prevedere buona parte degli equipaggi e dei team che hanno preso parte alle 44 gare di avvicinamento, suddivise in 9 zone geografiche della Penisola, non hanno voluto mancare. Ormai sono tutti pronti all’ultimo duello che assegnerà il titolo, le varie coppe di classe e i riconoscimenti ai trofei monomarca presenti nel modenese. Il tutto con un generoso montepremi.

Grazie a un grande sforzo dell’Aci Modena e del suo Presidente Vincenzo Credi, della Scuderia Automobilistica San Michele -partner logistico-organizzativo- e di Aci Sport con il Presidente della Commissione Rally Daniele Settimo, è stato possibile accogliere la richiesta d’iscrizione di tutti gli aventi diritto in rappresentanza dell’intera Italia rallystica: 242 equipaggi.

Indubbiamente dispiace per alcuni piloti che volevano correre, ma non potranno esserci perché non sono riusciti a rientrare tra gli equipaggi qualificati, come da regolamento. Assisteremo dunque a sfida coerente, cioè solo tra i protagonisti che hanno conquistato il diritto di essere a Modena grazie i risultati raggiunti nelle gare di Coppa Rally di Zona. Una sorta di gironi di avvicinamento.

Otto vincitori su nove al via – Tra i sicuri protagonisti del 41° Rally Città di Modena troviamo otto dei nove equipaggi che hanno dominato la loro zona. Nell’ordine: Ewis Chentre/Fulvio Florean (Zona 1), Andrea Spataro (2), Federico Bottoni/Sofia Peruzzi (3), Filippo Bravi/Enrico Bertoldi (4), Andrea Dalmazzini/Andrea Albertini (Zona 5 di cui fa parte anche l’Emilia Romagna), Federico Gasperetti/Federico Ferrari (6), Carmine Tribuzio/Fabiano Cipriani (7) e Roberto Lombardo/Andrea Spanò (8), tutti i vincitori delle rispettive zone. All’appello manca solamente Maurizio Diomedi (9) bloccato nella sua Sardegna da impegni personali. Assieme a loro è facile prevedere l’inserimento nella classifica finale di altri piloti che sono andati a podio nella stagione appena conclusa come Bondioni, Caffoni, D’Altò, De Cecco, Di Gesù, Hoelbling, Medici, Pinzano, Pollara, Profeta e Vellani.

Under 25 e Femminile – Se la Coppa Rally di Zona e dunque la sua Finale, rappresenta lo zoccolo duro del movimento rallystico nazionale e uno dei primi passi per chi ha ambizioni verso il professionismo, è giusto ricordare la presenza dei vincitori delle classifiche Under 25 come Beghè, Belletti, Branche, De Tisi, Facchin, Liguori, Pelosi, Scannella. Qui i ragazzi corrono in classi diverse, qualcuno punterà alla vittoria all’interno del gruppo di appartenenza, altri per l’assoluto, come De Tisi, Pederzani o ad esempio Profeta, protagonista siciliano del Cir. È bello poi sottolineare che questo rally avrà anche un’importante quota rosa rappresentata da oltre 60 navigatrici ma anche da 7 ragazze pilota come Laura Callegaro, Sara Carra, Arianna Doriguzzi, Chiara Galli, Federica Lonardi, Sara Micheletti e Gabriella Trappa, provenienti da tutta la nostra bella Penisola, dal Piemonte fino Salento.

Due ruote motrici – Se per la lotta al podio assoluto sarà un duello riservato alle R5/Rally2 Ford, Hyundai, Škoda, Volkswagen, con ben 26 vetture presenti, ci si aspetta una grande competizione tra le due ruote motrici. Il riferimento rimane l’esperto Roberto Vescovi in Super 1600 ma si attendono grandi prestazioni anche da Aragno, Della Maddalena, Molica, Cambiaghi,Daldini e le tante Peugeot 208 R2B e Rally4 con Bizzotto, Brega, Pisacane, Pisani, Riolo, Strabello, giusto per ricordarne qualcuno. Sempre due ruote motrici, ma posteriori, col le spettacolari RGT di Sassi (Porsche) e Galleni (124 Abarth).

Sette trofei monomarca – Assieme ai finalisti ci saranno anche i protagonisti di ben 7 trofei monomarca e monogomma, che hanno scelto il rally emiliano come appuntamento di riferimento dei loro calendari sportivi. Applaudiremo i migliori di Open N5, Michelin Zone Rally Cup, Trofeo Peugeot Competition, Trofeo Pirelli Accademia, R-Italian Trophy, Suzuki Rally Cup e Toyota GR Yaris Rally Cup. Anche qui spiccano molti nomi protagonisti della stagione come Ciardi e Romagnoli con Toyota, Iani e Fichera con Suzuki, Aragno e Benazzo per Michelin, Angeli e Gorrieri in N5, Rossi e Daldini per R-Italian Trophy e ben 48 protagonisti per Pirelli. 

Giocano in casa – Non fanno certamente pretattica i piloti della zona che ambiscono anche loro a scrivere il proprio nome nell’albo d’oro del rally. Innanzitutto Andrea Dalmazzini e Andrea Albertini, l’ex campione italiano rally terra e tout terrain, leader della 5° zona e vincitore a Modena nel 2019 sarà al via con l’inedita Hyundai i20 N Rally2. Altri emiliani-romagnoli nutrono forti ambizioni come Roberto Vellani, Davide Medici e Franco Rossi tra le R5, Roberto Vescovi in Super 1600, Marco Belli in R4, Piergiorgio Bedini in N4, Marco Cappi in R34x4, Davide Gianaroli Fiesta Rally4 e Lorenzo Grani in A6.

La corsa, 2 giorni, 7 prove speciali e 328 km – In sintesi ricordiamo che venerdì 29 ottobresono previste le ricognizioni per i 242 equipaggi iscritti e le verifiche tecnico-sportive a Maranello. Nella mattinata di sabato 30si accenderanno i motori per lo shakedown a Levizzano Rangone, 2,9 km per testare le vetture prima del via. Poi la partenza ufficiale alle ore 16:01 dal parco assistenza di Ubersetto, un rapido passaggio sul palco posizionato in piazza Libertà a Maranello e via per la prima prova speciale Barighelli di 10,57 km alle ore 16:50. Si arriverà così ai primi risultati per poi accedere al riordino notturno con le vetture ben allineate con onore davanti al Museo Ferrari. Domenica 31 prende il via parte decisiva del rally. Tre prove speciali da ripetere due volte, nell’ordine: Ospitaletto (11,98 km), ancora Barighelli (10,57 km) e San Pellegrinetto (10,44 km). Saranno 328 km di gara di cui 76,5 km cronometrati equivalenti al 23,31% del totale.

Il rally in tv e via Web - Con una situazione sanitaria ancora in evoluzione il protocollo della Federazione limita l’affluenza del pubblico in molte zone “protette”, a partire dal parco assistenza, ai riordini e nei punti chiave del percorso. Gli appassionati non si devono però scoraggiare perché Aci Modena assieme a Aci Sport hanno messo a punto una copertura Web, Social, Radio e TV nazionale (Sky Canale 228) e locale a partire da TVB Studio 85. Ore e ore di diretta fin dalla mattina di sabato con lo shakedown, per vivere live con il cronometro la spettacolarità della specialità. Nelle prossime ore sarà disponibile il piano di comunicazione completo.

Tutte le informazioni aggiornate in tempo reale sono facilmente consultabili:

Sito del rally:              https://rallycittadimodena.it

Sito Federazione:     https://www.acisport.it

Pagine Social:            https://www.facebook.com/rallydimodena

https://www.instagram.com/rallycittadimodena

https://www.facebook.com/acisportofficial

https://www.facebook.com/rallydreamer

https://www.facebook.com/ACI-Modena-164685554330869

 

Andrea NIcoli

Ufficio Stampa 41° Rally Città di Modena

aprnicoli@gmail.com

 

Il Rally Città di Modena si presenta alla stampa dal Museo Ferrari Maranello

Mancano pochi giorni alla Finale Nazionale Aci Sport Rally Cup Italia 2021. Maranello e i comuni della zona sono pronti ad accogliere i migliori interpreti della specialità nel week end del 30-31 ottobre. Al via gli equipaggi che si sono distinti nei 44 rally disputati lungo tutta la Penisola.  Due giorni di gara, sette prove speciali e 328 km aspettano i 180 equipaggi, tra questi tutti i vincitori delle 9 zone

È stato presentato giovedì 14 ottobre, nella prestigiosa cornice del Museo Ferrari a Maranello, il 41° Rally Città di Modena, gara valevole come Finale Nazionale Aci Sport Rally Cup Italia 2021.

A fare gli onori di casa il Presidente dell’Automobile Club e di Aci Sport Vincenzo Credi, assieme al Vice Presidente della Commissione Sportiva AC Modena Riccardo Bedoni, il responsabile dei Musei Ferrari Michele Pignatti Morano e i sindaci dei comuni interessati assieme ai partner dell’evento.

È un momento di grande gioia e soddisfazione poter essere qui a parlare di sport, in attesa di assistere a un grande evento nazionale nella Terra dei Motori” sottolinea Vincenzo Credi. “La mia squadra, assieme alla Federazione, ha lavorato sodo in questi mesi per offrire la migliore accoglienza ai piloti, team, giornalisti, addetti ai lavori che verranno tra qualche giorno nella provincia modenese. Un impegno importante per rendere onore a una corsa dalla lunga tradizione che proprio l’anno prossimo festeggerà i suoi 50 anni dalla prima edizione. Questo vuole essere anche una promessa non troppo velata e un appuntamento per ritrovarci anche in futuro per continuare a onorare l’impegno.  Tra poco però ci metteremo da parte e lasceremo parlare le gesta sportive dei migliori piloti che si sono distinti durante una lunga stagione di gare. In bocca al lupo ai futuri campioni: divertitevi”.

Organizzazione. La gara, sotto l’egida della Federazione, è organizzata dall’Automobile Club Modena con il supporto logistico della Scuderia Automobilistica San Michele di Bedonia (Pr). Doveroso ricordare anche tutti i validi collaboratori che hanno lavorato assiduamente sul territorio a stretto contatto con le istituzioni locali e i tutti i comuni attraversati che hanno dimostrato sensibilità e passione, quali: Castelvetro, Formigine, Maranello, Marano sul Panaro, Modena, Polinago, Prignano sulla Secchia e Serramazzoni.

Partecipanti. La competizione si svolgerà nel week end del 29-31 ottobre con partenza e arrivo proprio da Maranello, dove sono attesi i migliori equipaggi e team che si sono distinti durante la stagione sportiva. Dalla fine di febbraio con il Rally dei Laghi a Varese, fino al 10 di ottobre con la conclusione dei “gironi” al Rally Due Valli di Verona, si sono regolarmente dispute 44 gare suddivise in 9 zone geografiche della Penisola. In totale hanno preso il via ben 4031 equipaggi e tra questi oltre 180 saranno presenti a giocarsi la vittoria assoluta e quella delle varie classi.

Le iscrizioni chiuderanno il 20 ottobre, ma già la settimana prima le richieste hanno superato abbondantemente il limite stabilito dal regolamento di circa 200 equipaggi. Ci saranno innanzitutto i vincitori di tutte le nove zone regionali, nell’ordine: Chentre, Spataro, Bottoni, Bravi, Dalmazzini, Gasperetti, Tribuzio e con molta probabilità anche Lombardo e Diomedi dalle isole.Attenzione poi ad altri validissimi avversari che si sono distinti nella “fase a gironi” come Caffoni, Pinzano, Pederzani, Profeta, Vellanigiusto per ricordarne qualcuno tra le tante R5 al via, dove spicca anche una delle tante presenze in rosa come Sara Micheletti. E questi sono solo alcuni dei piloti con le vetture da assoluto ma altrettanto entusiasmante sarà la lotta per le classi e tra i giovanissimi Under 25.

Assieme ai vincitori di zona che si sfideranno in “campo neutro”, si giocheranno la vittoria anche i migliori interpreti di sette trofeiche hanno scelto questo rally per decretare i migliori: Michelin, N5, Peugeot, Pirelli, R-Trophy, Suzuki e Toyota.

Il programma in sintesi. Venerdì 29 ottobre giornata di ricognizioni e verifiche tecnico-sportive a Maranello. Nella mattinata di sabato 30 si accenderanno i motori per lo shakedown a Levizzano Rangone, 2,9 km per testare le vetture prima del via. Poi la partenza ufficiale alle ore 16:01 dal parco assistenza di Ubersetto, un rapido passaggio sul palco posizionato in piazza Libertà a Maranello e via per la prima prova speciale di Barighelli. Si arriverà così ai primi risultati per poi accedere al riordino notturno con le vetture ben allineate con onore davanti al Museo Ferrari. Domenica 31, dopo aver dormito un’ora in più per il ritorno all’ora solare, il via della giornata decisiva del rally. Tre prove speciali da ripetere due volte, nell’ordine: Ospitaletto (11,98 km),ancora Barighelli (10,57 km)e San Pellegrinetto (10,44 km). In totale sono 328 km di gara di cui 76,5 km cronometrati (23,31%).

Il quartier generale durante i giorni della manifestazione sarà presso il Comune di Maranello, mentre il parco assistenza che accoglierà i mezzi di assistenza e i motorhome dei team di tutti gli equipaggi è previsto a Ubersetto. Due i riordini, quello notturno di sabato sera a Maranelloantistante al Museo Ferrari, mentre a metà della giornata di domenica sosteranno a Serramazzoni.

Copertura TV e Web. Con una situazione sanitaria ancora in evoluzione, il protocollo della Federazione limita l’affluenza del pubblico in molte zone “protette”, a partire dal parco assistenza, ai riordini e nei punti chiave del percorso. Gli appassionati non si devono però scoraggiare perché Aci Modena assieme a Aci Sport hanno messo a punto una copertura Web, Social, TV nazionale e locale. Ore e ore di diretta dal palco partenza e arrivo, sulle prove speciali e al riordino per vivere in tempo reale le sfide con il cronometro e la spettacolarità della specialità.

(nella foto in basso il Presidente dell'AC Modena Vincenzo Credi)

Andrea Nicoli

Ufficio Stampa Rally Città di Modena

Rally Città di Modena 2021 si avvicina la grande sfida Nazionale

Rally Città di Modena 2021 si avvicina la grande sfida Nazionale

Si sono aperte il 30 settembre le iscrizioni al 41° Rally Città di Modena, gara valevole come Finale Nazionale Aci Sport Rally Cup Italia 2021. Grande attesa per conoscere nei prossimi giorni l’elenco dei migliori equipaggi italiani che saranno al via da Maranello il 29-31 ottobre

30 settembre 2021- Il countdown di avvicinamento alla finalissima dei rally a Modena è arrivato nella fase più importante. Dopo il minuzioso lavoro dei nuovi organizzatori, è arrivato il momento di dare spazio ai protagonisti: i migliori piloti che hanno animato la fase a gironi, vincendo le 9 Coppe di Zona regionali. Per tutti loro il 41° Rally Città di Modena diventa la sfida più importante.

LARGO AI MIGLIORI 180 – Sono previsti nella provincia modenese i migliori 180 equipaggi che durante l’anno si sono distinti nelle 9 zone(aree geografiche),in cui è stata suddivisa la nostra Penisola da Aci Sport. Una lunga stagione a “gironi” iniziata il 28 febbraio con il Rally dei Laghi a Varese e che si conclude al Rally Due Valli di Verona il 9 ottobre.In totale si saranno disputate 44 gare di Coppa Rally di Zona (CRZ), frequentate da circa 4.200 equipaggi.

Al 41° Rally Città di Modena ci saranno anche i migliori interpreti di ben sette trofei monomarca (auto e pneumatici) che animeranno una sfida nella sfida. Ricordiamo l’Open N5, Michelin Zone Rally Cup; Trofeo Peugeot Competition, Trofeo Pirelli Accademia, R-Italian Trophy, Suzuki Rally Cup e Toyota GR Yaris Rally Cup. Anche da loro si attende una lotta spettacolare per conquistare il successo che porterà a un importante riconoscimento fatto di titoli, trofei e un ricco montepremi.

ACI MODENA E SCUDERIA SAN MICHELE AL LAVORO SUL TERRITORIO - Sono ormai parecchi mesi che l’Automobile Club AC Modena con il suo Presidente Vincenzo Credi e la Scuderia Automobilistica San Michele con un nutrito gruppo di professionisti, stanno lavorando sul territorio per curare ogni minimo dettaglio di una manifestazione nazionale che ha l’ambizione di diventare un’importante vetrina per tutti i partecipanti. Fino ad oggi hanno lavorato una cinquantina di persone, che diventeranno almeno 300 collaboratori nel lungo week end del 29-31 ottobre.

Modena, Maranello -sede della partenza e arrivo-, Castelvetro, Formigine, Marano sul Panaro, Polinago, Prignano sulla Secchia, Serramazzoni con il -riordino a metà rally-, sono i comuni della provincia che hanno aderito con entusiasmo al progetto sportivo e che stanno lavorando sui servizi di accoglienza e sulle strade teatro della gara. Ancora qualche settimana e il risultato sarà sotto gli occhi di tutti. 

IL RALLY: SETTE PROVE SPECIALI IN DUE GIORNI - Venerdì 29 ottobre sarà giornata di ricognizioni e verifiche tecnico-sportive a Maranello. Nella mattinata di sabato 30 si accenderanno i motori per lo shakedown a Levizzano Rangone, 2,9 km per testare le vetture prima del via. Poi la partenza ufficiale alle ore 16:01 dal parco assistenza di Ubersetto, un rapido passaggio sul palco posizionato in piazza Libertà a Maranello e via per la prima prova speciale di Barighelli. Si arriverà così ai primi risultati per poi accedere al riordino notturno con le vetture ben allineate con onore davanti al Museo Ferrari. Domenica 31, dopo aver dormito un’ora in più per il ritorno all’ora solare, partirà parte decisiva del rally. Tre prove speciali da ripetere due volte, nell’ordine:Ospitaletto (11,98 km), ancora Barighelli (10,57 km) e San Pellegrinetto (10,44 km). In totale saranno 328 km di gara di cui 76,5 km cronometrati (il 23,31%).

ACI MODENA E ACI SPORT: VICINO AGLI APPASSIONATI VIA WEB E TV - Con una situazione sanitaria ancora in evoluzione, ad oggi, il protocollo della Federazione limita l’affluenza del pubblico in molte zone “protette”, a partire dal parco assistenza, ai riordini e nei punti chiave del percorso. Gli appassionati non si devono però scoraggiare perché Aci Modena assieme a Aci Sport stanno mettendo a punto una copertura Web, Social, Radio e TV nazionale. Ore e ore di diretta per vivere in tempo reale le sfide con il cronometro e la spettacolarità di questa specialità.

Nei prossimi giorni verranno definiti gli ultimi dettagli di questo aspetto importante che vedrà coinvolti tanti professionisti e amanti del motorsport, che porteranno così il rally nelle case di tanti italiani.

Info aggiornate

 

Andrea Nicoli

Ufficio Stampa

Rally Città di Modena

 

 

 

 

Il Rally Città di Modena svela il percorso in attesa di conoscere i migliori equipaggi al via della Finale Nazionale ACI Sport Rally Cup Italia 2021

Il Rally Città di Modena svela il percorso in attesa di conoscere i migliori equipaggi al via della Finale Nazionale ACI Sport Rally Cup Italia 2021

Modena, 14 settembre 2021 – È tutto pronto. Dopo mesi di minuzioso lavoro l’Automobile Club di Modena, con il supporto logistico della Scuderia San Michele, è pronta ad accogliere uno dei principali eventi motoristici italiani: la Finale Nazionale ACI Sport Rally Cup Italia 2021.

Avvicinamento - L’organizzazione, assieme ad ACI Sport e alla Commissione Rally presieduta da Daniele Settimo, ha seguito con grande interesse la stagione della Coppa Rally di Zona composta da 44 gare equamente distribuite nelle 9 aree geografiche, che hanno diviso sportivamente l’Italia. Quando mancano meno di dieci gare al termine dei gironi di qualificazione, si stanno delineando le classifiche degli aventi diritto a partecipare alla finale nazionale assegnata al 41° Rally Città di Modena. Stesso dicasi per i trofei monomarca, organizzati dagli importatori nazionali delle principali case automobilistiche e di pneumatici, che hanno deciso di inserire nei rispettivi calendari la tradizionale gara emiliana.

Agenda - La prima data da segnarsi in agenda è giovedì 30 settembre quando apriranno ufficialmente le iscrizioni al rally. A seguire il 14 ottobre, sarà la volta della presentazione del rally alla stampa nella suggestiva location del Museo Ferrari a Maranello. La stessa Maranello accoglierà il quartier generale della manifestazione nel suo Comune dal 29 al 31 ottobre, sarà sede di partenza e arrivo della corsa, oltre che ospitare il riordino serale delle vetture proprio davanti al museo del Cavallino. L’ampio parco assistenza dedicato ai motorhome dei team e della Federazione sarà dislocata in località Ubersetto a Formigine.

Percorso- Spettacolare, tecnico e variegato. Si potrebbe definire così il percorso del rally che prevede tre prove special diversi: Ospitaletto e San Pellegrinetto, da ripetersi due volte, mentre la classica Barighelli verrà affrontata tre volte nei due giorni di gara. Tutte le prove misurano poco più di 10 km, ma sono state scelte con caratteristiche morfologiche differenti per esaltare le qualità di guida degli equipaggi più completi. In totale i sette tratti cronometrati misurano 76,55 km, il 23,3% del percorso complessivo pari a 328,40 km.

Siamo molto contenti della grande attenzione e disponibilità che ci ha riservato il territorio, appena ha saputo che avremmo avuto l’opportunità di organizzare un evento sportivo nazionale” sottolinea Vincenzo Credi Presidente dell’Aci Automobile Club Modena. “La provincia di Modena con i comuni di Castelvetro, Formigine, Maranello, Marano sul Panaro, Polinago, Prignano sulla Secchia, Serramazzoni sono stati al nostro fianco fin da subito e proprio a Maranello abbiamo trovato nel Sindaco Luigi Zironi e in tutto il suo staff un supporto fondamentale per accogliere le tante persone che arriveranno in provincia nel week end di fine ottobre. Ringrazio poi Ferrari che ci ha messo a disposizione il suo Museo e gli spazi attigui per condividere un momento sportivo che abbraccerà simbolicamente tutta l’Italia rallystica. Non voglio poi dimenticare tutti i ragazzi dell’organizzazione che in questi mesi hanno lavorato con impegno e professionalità per la realizzazione di questo evento complesso che darà lustro alla provincia”.

Programma - In sintesi il week end di gara prevede le ricognizioni autorizzate del percorso (tre passaggi) venerdì 29 ottobre dalle 11:30 alle 19:30 e a seguire la prima sessione di verifiche tecniche. Sabato 30 dalle ore 08:00 alle 14:00 lo shakedown per definire i dettagli nella messa a punto delle vetture e poi alle 16:01 la partenza della 1° vettura da Piazza della Libertà a Maranello e a seguire la prova speciale di apertura. L’arrivo della prima frazione è previsto per le 19:15 sempre a Maranello. Domenica 31 alle ore 07:31 la partenza della seconda sezione con tre prove da ripetersi due volte, inframmezzate dal riordino a Serramazzoni per poi ritrovarsi sul palco di arrivo con la prima vettura alle 16:16 sempre in Piazza della Libertà di fronte al Comune di Maranello.

Andrea Nicoli

Ufficio stampa

Rally Città di Modena